Aiuti per clienti Maniak 19941
Attività

Poker online: come scegliere la sala giusta e i bonus migliori

Questi stili contribuiscono a delineare diverse strategie di gioco al tavolo, strategie che possono fare la differenza tra vincere o perdere un piatto oppure un torneo. Vediamo quindi quali sono i tipi di giocatore più comuni che possiamo trovare al tavolo verde e come possiamo affrontarli in maniera efficace. Lo stesso discorso vale per lo stile tight contrapposto a quello loose. Una calling station è un giocatore debole che non comprende bene le strategie di gioco e arriva allo showdown con mani mediocri. Un errore madornale è provare a bluffare contro una calling station.

Grinderlab nasce per aiutare i giocatori ad approcciarsi in modo sano e pensante al giocofornendo loro tutti gli strumenti necessari attraverso materiale didattico, lezioni, discussioni nella community e, soprattutto, una corretta informazione nel settore del poker online. Comparazione Bonus Poker. Grinderlab, e il nome non è certo un accidente, è un vero e proprio gabinetto di idee. Un luogo virtuale ove i giocatori possono incontrarsi, conoscersi e crescere assieme. Il nostro è addirittura un sito di i nformazione pokeristicache offre contenuti esclusivi, interviste, hand analysis, news e tanto altro. Occorre ammaestramento, studio, spirito di adattamento, un brillante mindset e una buona predisposizione a rimettere sempre in discussione le proprie scelte. Grandissima assistenza, trasparenza e esattezza. È una community in grande accrescimento, portata avanti da persone straordinarie mosse da una forte passione e insieme valori molto forti.

Se è vero che i grandi giocatori si riconoscono per come gestiscono le situazioni marginali è vero anche affinché, per eccellere nel gioco Heads Up, si deve diventare degli ottimi giocatori… ed è per questo motivo affinché raccolgo qui una serie di spunti e suggerimenti che vogliono essere utili in particolare al neaofita che si avvicina per le prime volte a questa disciplina. Ci si troverà a giocare la maggior parte delle mani; se si aspetta una mano muscoloso si finirà molto probabilmente con ciascuno stack ridotto a causa dei bui e non è assicurato che le nostre rare giocate vengano puntualmente pagate… rilanciare quasi ogni mano significa essere spesso fuori posizione in piatti consistenti e con mani deboli… ed improvvisamente perchè la posizione gioca un atteggiamento fondamentale. La conseguenza pratica è affinché non si devono necessariamente difendere tutti i BB, neanche se ci troviamo di fronte ad un avversario gravemente aggressivo. Chiaro che se il nostro avversario chiama molto si dovranno adeguare i nostri requisiti di apertura; se chiama molto poco allora si potrà rilanciare senza sosta… almeno fino a quando non ci sembrerà il attimo di cambiare marcia. Giocare le mani in posizione ci da dei grandi vantaggi: avremo sempre delle informazioni in più, potremo attaccare le debolezze e massimizzare il valore dei nostri punti, seguire i draw per il equanime prezzo… Se siamo in dubbio sul giocare o meno una mano è meglio lasciare che sia la posizone a decidere per noi. Dal Big Blind è bene aumentare il size del raise, dalle 3,5 alle 5 volte ottimale: 4x : avremo lo svantaggio di giocare fuori posizione e non ci dispiacerebbe poter vincere all'istante la mano o poterla vincere al flop con una C-bet sostanziosa. Raise più piccoli, infatti, offrirebbero odds abbondante buone al nostro avversario che potrebbe legittimamente chiamare, per via delle odds, con quasi qualsiasi mano iniziale. Cerchiamo quindi di stare molto attenti alle mosse del nostro avversario e di capire il più velocemente possibile quale sia la migliore strategia da accettare.

Come comportarsi di fronte a un pianeggiante molto consistente. Come calcolare le probabilità di vittoria per non buttare soldi su piatti impossibili. Come riuscire a controllare i propri stati emotivi e lo stress in una partita oppure in un torneo. Perché è apprezzabile il linguaggio del corpo in una partita di poker. Come gestire le posizioni al tavolo: cosa sono i bui e quali sono i modi migliori per sfruttarli. Cosa sono gli Outs e gli Odds e come ci aiutano a calcolare le probabilità di vincere o perdere un pianeggiante. Come studiare i gesti di ciascuno singolo avversario: come si comportano i giocatori Weak, Tight, Loose, Aggressive e Maniac.

Previous Post Next Post

Leave a Reply